Il glossario del non profit - Censimenti Permanenti Istat
Il glossario del non profit

GLOSSARIO

Sed ut perspiciatis unde omnis iste natus error sit voluptatem accusantium doloremque laudantium, totam rem aperiam, eaque ipsa quae ab illo inventore veritatis et quasi architecto beatae vitae dicta sunt explicabo. Nemo enim ipsam voluptatem quia voluptas sit aspernatur aut odit aut fugit, sed quia consequuntur magni dolores eos qui ratione voluptatem sequi nesciunt.

LE PAROLE DI APRILE

Istituzione non profit
Volontario
Raccolta fondi
Scopri di più

Istituzione non profit

Unità giuridico-economica dotata o meno di personalità giuridica, di natura privata, che produce beni e servizi destinabili o non destinabili alla vendita e che, in base alle leggi vigenti o a proprie norme statutarie, non ha facoltà di distribuire, anche indirettamente, profitti o altri guadagni diversi dalla remunerazione del lavoro prestato ai soggetti che la hanno istituita o ai soci.

Volontario

Colui che presta opera, anche saltuaria, senza ricevere alcun corrispettivo, presso l’istituzione non profit, indipendentemente dal fatto che sia o meno anche socio/associato della stessa. L’attività del volontario è finalizzata alla realizzazione di servizi altruistici e solidaristici a favore di altri individui o della collettività in generale o per le finalità dell’istituzione. Il volontario non può essere retribuito per tale prestazione in alcun modo, nemmeno dal beneficiario delle prestazioni. Il carattere di volontario è, infatti, incompatibile con qualsiasi forma di rapporto di lavoro subordinato o autonomo e con ogni altro rapporto di contenuto patrimoniale con l’istituzione non profit di cui egli fa parte. Sono convenzionalmente definiti “in organico” i volontari sui quali l’istituzione non profit può contare per realizzare le proprie attività.

Raccolta fondi

Complesso delle attività ed iniziative poste in essere al fine di finanziare le proprie attività, anche attraverso la richiesta a terzi di lasciti, donazioni e contributi di natura non corrispettiva (cfr. art. 7 D. Lgs. 117/2017). Le attività di raccolta fondi possono essere abituali (realizzate in forma organizzata e continuativa) oppure occasionali e straordinarie.

LE PAROLE DI MAGGIO

Agenda 2030
Classificazione ICNPO
Beni comuni
Scopri di più

Agenda 2030

Programma d'azione delle Nazioni Unite per porre fine alla povertà, proteggere il pianeta e assicurare una prosperità diffusa entro il 2030. Sottoscritto nel 2015 dai governi dei 193 paesi membri dell'ONU, si articola in 17 obiettivi di sviluppo sostenibile e 169 sotto-obiettivi. L'Agenda 2030 mira a garantire il benessere di tutte le persone, lo sviluppo economico, la protezione dell'ambiente per la promozione dello sviluppo sostenibile.

Classificazione ICNPO

The International Classification of Non-Profit Organizations è la classificazione internazionale delle attività svolte dalle Istituzioni non profit, elaborata sulla base dell'ISIC e ripresa in Handbook on Non-profit Institutions in the System of National Accounts, comprende 28 classi raggruppate in 12 settori.

Beni comuni

I beni comuni sono beni materiali o immateriali che, anche nel caso in cui siano di proprietà privata, devono essere accessibili e fruibili per tutti (es: acqua, parchi, edifici e monumenti pubblici e privati).